Balneari: la relazione finale del tavolo tecnico conferma la non scarsità della risorsa

Pubblicato il 6 Ottobre 2023 alle 14:36

Balneari: la relazione finale del tavolo tecnico conferma la non scarsità della risorsa

I dati forniti dai diversi ministeri fanno venir meno il presupposto per la messa a gara delle concessioni vigenti. Possibile mantenere libero la metà del demanio marittimo anche con un aumento del 50% delle concessioni vigenti.

La Relazione conclusiva conferma quanto da noi sempre affermato sulla non “scarsità della risorsa” e quindi sulla disponibilità del demanio marittimo per nuove attività economiche.

Viene pertanto meno il presupposto per la messa a gara delle concessioni demaniali marittime attualmente vigenti così come chiarito dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea da ultimo con la sentenza del 20 aprile 2023.

Il SIB, Sindacato Italiano Balneari, ha auspicato che questi dati vengano senza indugio rappresentanti alla Commissione europea per l’archiviazione della procedura di infrazione.

Ha altresì rappresentato la necessità e l’urgenza di un intervento normativo che impedisca l’avvio delle procedure di pubblica evidenza delle concessioni demaniali vigenti da parte degli Enti concedenti anche perché le stesse sarebbero solo foriere di un certo contenzioso anche alla luce dei risultati del Tavolo interministeriale.

Ha infine sottolineato che la sentenza dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato oltre ad essere stata smentita dai dati di fatto accertati dai Ministeri interessati non è comunque definitiva in quanto pendente il ricorso alla Corte di Cassazione a Sezioni Unite.